[Natale] La resurrezione di Tyram

Stanza FULL GDR, dichiarazioni di guerra, conflitti, vicende.
Avatar utente
Owner Belial
Messaggi: 227
Iscritto il: gio nov 09, 2017 6:04 pm

[Natale] La resurrezione di Tyram

Messaggioda Owner Belial » dom dic 23, 2018 12:13 pm

Premessa:

Quando Costantino fece il concilio di Nicea, disse a tutti i presenti che nessuno sarebbe uscito da quella stanza finche il mondo non avesse avuto una SOLA verita' per tutti. Si parla del primo Cristianesimo. Quando i Romani decisero di adottare la religione cattolica come unica religione. Beh, sappiamo tutti piu' o meno come andarono le cose in quel Concilio. Si parla ancora oggi di Vangeli Apocrifi e tante altre
storie piu' o meno veritiere. Cose piu' o meno importanti.... Una tra queste fu il Natale.
I Romani infatti, che non erano degli idioti, al concilio di Nicea avevano una principale intenzione: Porre le basi per un nuovo ordine mondiale basato su un concetto che e' innovativo per quel tempo, il Bene e il Male; Con me e contro di me.
Nel farlo dovevano accontentare un po tutti... Sopratutto chi teneva le redini del complesso meccanismo del potere di Roma, ovvero l'esercito. Era da molto che le Legioni si incontravano in gran segreto per venerare un Dio illegale per i Romani. Un Dio persiano, il Dio della forza, Il Dio Mitra.
Questo creava non pochi problemi all'impero considerando l'oggetto illegale di culto e l'indottrinamento anti imperiale che avrebbe infine portato il credo di un antico Dio Persiano. Costantino attese il Concilio di Nicea per accontentare anche le sue legioni. Il Dio Mitra infatti era un Dio la cui forza era l'immortalita'. Mitra moriva e resuscitava il 25 dicembre di ogni anno....


Storia:

.... Nel mondo di Celador esistono due antichi semiDei. Una storia perduta nel tempo dimenticata persino dai più anziani. Questi semiDei erano fratelli, Tyram e Agatirst. Il primo un grande guerriero, prode cavaliere, il secondo un debole ma geniale mago.
Come accade in tutte le storie il fratello piu forte metteva in ombra il fratello piu debole suscitando in lui sentimenti d'odio. Un odio che nel corso dei secoli si radicò profondo nella mente di Agatirst, portandolo quasi alla follia.
Benche tentasse di emergere dall'ombra imperitura del fratello Tyram, stupendo i saggi con poesie struggenti, palesando un genio meticoloso terminando grandi progetti o dimostrando grandi doti magiche, il Bianco Tyram restava sempre sulla cresta.
Tyram il Prode, Tyram l'Ammazzadraghi. Tyram L'immortale! Il loro fragile rapporto divenne guerra il giorno in cui Tyram riusci' nell' impresa di uccidere Serpico il padre di tutte le gorgoni. Un mostro perverso che portava da secoli morte e distruzione tra gli uomini. Decapitata la bestia, il semiDio riempì con il suo sangue una enorme vasca sulla quale poi vi si fece il bagno assorbendo la diamantina resistenza delle gorgoni diventando immortale. Le leggende raccontano che se anche Tyram fosse stato ucciso egli sarebbe resuscitato il 25 Dicembre.
Questo non piacque ad Agatirst che folle dall'invidia decise di liberarsi del fratello. Non poteva però ucciderlo fisicamente, il suo dono era troppo anche per un grande mago come lui. Così decise di distruggerlo nello spirito, usò le sue doti magiche per possedere il corpo dell'amata di Tyram rendendola una schiava ed usandola contro il fratello. In uno scontro finale Tyram dovette uccidere il corpo dell'amata e fu il momento in cui il cuore del grande semiDio immortale si spezzò per non tornare mai più intero. Non si sa dove vaghi Tyram, agonizzante del suo cordoglio,sappiamo però dove fini Agatirst. La sua malvagità si rivoltò contro di lui, la sua invidia per l'immortalità del fratello divenne la sua maledizione divenendo un potente Lich, un mago non morto costretto a subire gli schiaffi del tempo per l'eternità. Ciò lo rese furioso, portandolo nei secoli a venire un flagello nelle terre degli uomini fino al giorno in cui un eroe riusci nell'impresa di sigillare la sua orrenda anima in una antica Catacomba.
Nel giorno di Natale e' usanza della popolazione di Celador visitare la tomba dell'amata di Tyram al Gran Cimitero di Valus, in omaggio al grande semiDio caduto in disgrazia.
Esistono 2 semplici regole per creare un forum attivo e funzionante:
1) Registrarsi correttamente.
2) Spammare senza ritegno, in modo intelligente. Nessuno se ne accorgerà.

Torna a “Canti del Vento”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron